CellaVision DM96 Digital Cell Morphology SystemOttimizza l'efficienza fin dal primo esame dei laboratori con volumi di lavoro elevati.

Il Sistema è studiato per l'automazione di interventi manuali connessi alla microscopia tradizionale. Il sistema utilizza la comprovata tecnologia di analisi delle immagini digitali per localizzare ed esaminare le cellule  e in altri liquidi corporei, risparmiare tempo, velocizzare e incrementare la produttività dei tecnici in laboratori con volumi di lavoro elevati. Inoltre, il sistema si adatta facilmente a qualsiasi workflow ematologico all'interno dei sistemi informativi ospedalieri.

  • Riduce i tempi di revisione dei differenziali ottimizzando il ricorso alle competenze degli esperti morfologi
  • Standardizza i risultati dei differenziali mediante automazione e pre-classificazione della localizzazione cellulare
  • Consente di sfruttare appieno la rete di competenze dell'organizzazione mediante collaborazione in tempo reale e archiviazione delle immagini a livello centrale
  • Supporta l'espansione delle competenze attraverso ampia biblioteca di consultazione e archivio storico pazienti di immagini e commenti
  • Migliora l'ergonomia riducendo affaticamento oculare, cervicale e del polso correlati alla microscopia tradizionale
Contattaci

Caratteristiche e vantaggi

CellaVision DM96

Grazie alle funzionalità di automazione pratica fornite da CellaVision® DM96 Digital Cell Morphology System, è possibile eliminare buona parte dei passaggi manuali eseguiti normalmente nei differenziali delle cellule ematiche per una velocità e una produttività elevate. Il sistema CellaVision DM96 consente ciò tramite la localizzazione automatica delle cellule sullo striscio colorato di liquido biologico o di sangue periferico, la pre-classificazione e la presentazione dei dati per la conferma da parte di un tecnico.

  • Conta differenziale automatica su sangue periferico o strisci di fluido corporeo
  • Pre-classificazione e raggruppamento di leucociti simili in 18 distinte classi cellulari
  • Pre-caratterizzazione degli eritrociti per policromasia, ipocromasia, aniso-, micro- e macrocitosi, e poichilocitosi
  • Conta delle piastrine
  • Immagini di alta qualità per rilevare le inclusioni cellulari
  • Vista di tutte le celle rientranti in una classe specifica
  • Confronto su di una singola schermata tra diverse classi cellulari
  • Ingrandimento di singole celle per analisi dettagliate
  • Funzionalità software di confronto di singole cellule con cellule di riferimento definite dall'utente
  • Alimentazione in continuo dei vetrini, che consente di incrementare il carico di lavoro senza incidere sulla manodopera
  • Creazione digitale dei vetrini per scopi educativi e di valutazione
  • Maggiore ergonomia rispetto ai microscopi tradizionali
  • Supporto LIS bidirezionale
  • Capacità di condividere un database con altri analizzatori CellaVision
  • Accesso remoto e in tempo reale ai dati dei vetrini da qualsiasi punto all'interno della rete

Il sistema CellaVision DM96 si integra facilmente con i sistemi per analisi ematologiche Siemens esistenti, tra cui:

  • ADVIA® 2120i Hematology System
  • ADVIA Autoslide Slide Maker
  • ADVIA CentraLink® Data Management System

  • Scansione dei fluidi corporei quali cerebrospinale, peritoneale e pleurico
  • Esegue una differenziazione preliminare delle cellule nucleate, consentendo all'utente di eseguire la scansione dell'intera superficie del campione
  • Pre-classificazione di sino a sette classi WBC, con due opzioni di ingrandimento
  • Possibilità di contrassegnare regioni d'interesse (ROI), aggiungere commenti e memorizzare e condividere immagini da un qualsiasi punto connesso in rete
  • Esame di vetrini di fluidi corporei in concomitanza a differenziali WBC e RBC su strisci colorati di sangue periferico
  • Consente di analizzare, riclassificare e contrassegnare vetrini da una postazione remota
  • Possibilità di richiedere pareri consultivi e di collaborazione all'interno dell'istituto ospedaliero e con altri istituti
  • Confronto in tempo reale delle nuove immagini cellulari con le immagini storiche del paziente
  • Possibilità di sviluppare un programma per la formazione e la valutazione della competenza nella differenziazione manuale di cellule ematiche
  • Standardizzazione dei risultati della differenziazione e valutazione, tracciamento e documentazione della competenza professionale
  • Riferimento a un esperto in morfologia